CONFERENZA STAMPA EMPOLI-JUVENTUS ALLEGRI – Vigilia di campionato in casa Juventus. Queste le parole dell’allenatore bianconero, Massimiliano Allegri, in conferenza stampa.

E’ eccessivo definire questa gara fondamentale?
Vista la classifica del campionato è una partita importante, ma per noi sono tutti importanti, perché siamo indietro in classifica. Soprattutto è importante tornare a vincere in trasferta e cercare di vincere la seconda partita di seguito in campionato, visto che in questo momento non siamo riusciti a farlo“.

Perché la Juve non riesce a vincere due partite di fila in campionato?
Motivo… nel calcio è difficile. Ci possiamo chiedere perché, provare a darsi delle spiegazioni, però alla fine quello che conta è il campo e la realtà delle cose è che fino a questo momento non siamo riusciti a vincere due partite di fila in campionato. Domani sarà una partita complicata. L’Empoli è una delle squadre più in forma del campionato, gioca un buon calcio. Giocare a Empoli è sempre difficile. L’anno scorso abbiamo vinto una partita in casa loro senza meritarlo, mentre allo Stadium abbiamo ottenuto i tre punti all’ultimo minuto su un contropiede, se non sbaglio. Dobbiamo approcciarla bene. Martedì a Monchengladbach abbiamo speso tanto, ci sarà da dosare bene le energie“.

Domani può essere la partita di Rugani?
Non è che domani perché andiamo a giocare a Empoli deve giocare Rugani. Daniele è un giocatore molto bravo, un giocatore di sicuro avvenire. Non scordiamoci che la Juventus ha tre difensori centrali importanti, tra i più forti d’Europa, compreso Caceres, il quarto, anche se è un po’ in ritardo per via dell’infortunio che ha avuto. Vale a dire Barzagli, Chiellini e Bonucci. Che poi Daniele sia il futuro della Juventus, credo che questo innegabile e sia fuori da ogni dubbio e da ogni discussione, ma in questo momento deve avere la pazienza per continuare ad allenarsi come ha fatto finora

Abbiamo visto l’alternanza del modulo, a volte col rombo, a volte col 4-3-3. Su Dybala lei sta lavorando tanto affinché possa adattarsi al ruolo di seconda punta. In futuro può anche fare l’esterno in un 4-3-3? 
No, tanto non è per Dybala, perché tra l’altro Paulo da quando è arrivato è cresciuto moltissimo, sia sotto il punto di vista tecnico, ma soprattutto sotto il punto di vista fisico. Può giocare come ha giocato con l’Atalanta, con due trequartisti sotto la punta. Però io sono molto soddisfatto di Paulo perché, mentre all’inizio si vedeva che faceva fatica, in questo momento è un giocatore più maturo, che è cresciuto molto, soprattutto perché è un ragazzo che ha molta capacità di apprendimento e vuole migliorare tanto“.

Come stanno Khedira, Lichtsteiner e Mandzukic?
Stanno tutti bene. Lichtsteiner sta riprendendo le forze dopo la partita di Champions. Mandzukic deve darmi molto, per la sua caratura internazionale”.

La stupirebbe vedere Pirlo con la maglia dell’Inter?
“Non mi interessa. Noi abbiamo altro a cui pensare”.

Nelle ultime tre gare, due sono finite in dieci uomini. Che riflessioni ha fatto?
“Due completamente diverse. Chiellini per doppia ammonizione, l’altra per un rosso diretto. Hernanes ha fatto una brutta entrata”.

L’esperimento di Alex Sandro nei tre di attacco?
“Come contro il Torino ma lui è un terzino. In partita in corso è un giocatore duttile”.

Morata in Germania l’ha fatta arrabbiare…
“Gli ho comprato dei calzini, così non sbaglia…”

Giocando sull’evento di domenica. Valentino Rossi deve rimontare, può essere l’esempio della Juve?
“In questo momento si, lui lo può fare in una gara, noi durante il campionato e vincere con continuità”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.