Getty Images
Tempo di lettura: 2 minuti

ATALANTA JUVENTUS – Come il classico dottor Jekyll e mister Hyde, la Juventus disputa un pessimo primo tempo per poi ribaltare del tutto la situazione nel secondo. Contro l’Atalanta i bianconeri trovano la vittoria per 3-1 e la firma è quella di uno strepitoso Higuain, che segna due gol e serve l’assist per Dybala.

Il primo tempo di Atalanta Juventus

Il pubblico delle grandi occasioni si riversa sugli spalti del rinnovato Gewiss Stadium, e l’Atalanta ancora una volta può contare sul cosiddetto dodicesimo uomo. La pioggia non allenta il campo, ma la Juventus sembra abbastanza impacciata nei primi 45 minuti. I bianconeri impegnano davvero poco Gollini, che può stare tranquillo sulle conclusioni di Higuain e sulle punizioni di Dybala e Pjanic. Diverso il discorso per Szczesny, chiamato a salvare il risultato più di una volta. Il polacco compie un autentico miracolo quando Pasalic stacca di testa a pochi passi dalla porta, trovando la risposta in tuffo del portiere. Quando non ci arriva Szczesny ci pensa la provvidenza: al 18′ Khedira ha il braccio largo e colpisce in area il cross di Gomez. Per l’arbitro è rigore. Barrow spiazza il portiere bianconero con un tiro molto potente ma colpisce la traversa. I nerazzurri sfiorano il vantaggio con Hateboer, che raccoglie una smanacciata di Szczesny e tira a colpo sicuro trovando però la deviazione in scivolata di De Sciglio. È ancora 0-0, ma sembra solo un caso.

Il secondo tempo di Atalanta Juventus

E infatti, dopo dieci minuti dall’inizio della ripresa, arriva il vantaggio atalantino: cross dalla destra di Barrow a pescare Gosens, lasciato colpevolmente solo dalla difesa juventina e libero di trafiggere Szczesny con un colpo di testa. La Juve non riesce ad imbastire alcuna azione e la partita rimane bloccata con la squadra di Gasperini padrona del campo per larghi tratti, senza però portare grossi pericoli in area juventina. L’ingresso di Douglas Costa sembra non portare la velocità di cui la Juve ha bisogno, e anche Ramsey (entrato nel primo tempo al posto dell’infortunato Bernardeschi) sembra non riuscire a portare benefici. La partita potrebbe quindi essere in discesa per l’Atalanta, ma mai dare per vinta la Juventus. E la dimostrazione arriva quando meno te l’aspetti: azione convulsa dei bianconeri, la difesa orobica non riesce a spazzare la palla e finisce sui piedi di Higuain, che controlla, ringrazia, si gira e con un colpo da biliardo trova l’angolo giusto per il gol dell’1-1. È il preludio per la rimonta perfetta: Dybala serve Cuadrado sulla destra, il passaggio del colombiano in area taglia la difesa e trova libero sul dischetto di rigore ancora Higuain, che di prima manda in rete il gol del 2-1. L’Atalanta crolla e la Juve va sul 3-1: lancio di Higuain per Dybala, che salta la difesa e batte Gollini. La paura è passata, anche questa vittoria è in tasca.

Dario Lombardi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.