bianconerinews-juventus-capello-fabio
Getty Images

CAPELLO JUVENTUS – Ha vissuto da protagonista i colori bianconeri sia nella veste da giocatore che in quella da allenatore. La storia di Fabio Capello alla Juventus è legata strettamente all’attualità dell’undici di Agnelli: tante vittorie in Italia, ma mai la conquista della Champions League. Vincitore di 3 scudetti da calciatore, ha poi allenato la società torinese per due stagioni, dal 2004 al 2006. Intervistato da Tuttosport, Don Fabio si è espresso sulle potenzialità della formazione di Sarri.

Capello: “Al mercato della Juventus do 9 mezzo”

ATLETICO-JUVENTUS – “Ho visto grande personalità, in un campo difficilissimo e ostico per tutti come il Wanda Metropolitano. I bianconeri hanno sofferto quando c’era da soffrire, i giocatori si sono aiutati e hanno dato tutto. Era un’altra Juve rispetto a quella di Firenze, ha affrontato l’Atletico Madrid senza paura, con lo spirito della Champions. Significa scendere in campo con rispetto dell’avversario e voglia di vincere, sempre. Infatti la Juventus, anche dopo la beffa della rimonta subita, negli ultimi minuti non si è accontentata di un pareggio in trasferta e ha cercato il gol del 3-2″.

MENTALITA’ – “Sono convinto che se la Juve affronterà ogni partita con la personalità di Madrid se la giocherà con tutte e potrà arrivare fino in fondo. Questa prima giornata in Europa ha confermato una volta di più che la Serie A è una competizione e le Coppe un’altra cosa”.

SARRI – “È all’inizio, facciamolo lavorare con calma. Ha idee chiare e qualcosa si è visto l’altra sera, come la ricerca di rapidi cambi di gioco. Questa Juventus non è una squadra di novellini: è composta da giocatori e campioni sempre protagonisti in Europa negli ultimi anni. Parliamo di una squadra che ha mentalità, voglia di vincere e sa muoversi in un certo modo. Non c’è bisogno di inventarsi il calcio o fare rivoluzioni. E Sarri è molto intelligente”.

DE LIGT – “È giovane e gli va dato il tempo di trovare confidenza con un ambiente, un gioco e dei compagni nuovi. Le qualità non sono in discussione: è un grande difensore. La Juventus in estate ha costruito una rosa super grazie a un mercato da 9 e mezzo. E dico 9 e mezzo solo perché il 10 non si dà mai”. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.