CONFERENZA, Ranieri: “Servirà determinazione, la Juve è un punto di riferimento”

ROMA JUVENTUS CONFERENZA RANIERI – Il tecnico giallorosso, Claudio Ranieri, è intervenuto in conferenza stampa per presentare i temi relativi alla sfida di campionato contro la Juventus: queste le sue parole.

ROMA-JUVE – “Dovremo essere determinati, concentrati, sappiamo benissimo che abbiamo perso una buona chance a Genova ma è importante far vedere ai nostri tifosi la reazione di orgoglio che dobbiamo avere in questi momenti. Sono arrivato che era difficile entrare in Champions League, ma siamo lì, non dobbiamo lasciare nulla di intentato. Ci sono tre partite a disposizione e la cosa più importante è non avere il rammarico di questi ultimi match. Diamo il massimo, poi tireremo le somme”.

FORMAZIONE – “Ho ancora questi due giorni per decidere la formazione da opporre alla Juventus e vedremo. Deciderò per il meglio della squadra e quello che mi può dare nei 90 minuti tutta la rosa che ho a disposizione.”

JUVENTUS – “Diciamo che nelle top squadre, la Juventus è un grossissimo punto di riferimento ed essendolo credo che sia vitale per la Roma avere lo stadio di proprietà. Dopo di che potrà cominciare la rincorsa alla Juventus, senza lo stadio avrà grosse difficoltà”.

DZEKO – “Lo vedo molto forte, molto determinato che si allena sempre bene e ci sta, l’ho detto all’inizio, un anno dove non riesce a far gol, dove in altre annate lo faceva. La sua voglia e la determinazione mi hanno fatto sempre scegliere lui. E’ un giocatore importante per la Roma, e anche se non sta facendo i gol che tutti quanti si aspettavano da lui, sta facendo un gioco molto importante per i suoi compagni”.

ZANIOLO – “Zaniolo è una mezzala a tutto campo, in questo momento per me è stato importante sia come trequartista, che non è il suo ruolo, che come esterno di destra, che non è il suo ruolo, ma ha una prestanza fisica, grandi strappi nel suo gioco che può ricoprire all’occorrenza questo ruolo. E’ logico che non possa essere un ragazzo che nel primo anno in Serie A, al centro dell’attenzione, possa stare al 100% tutte le partite. Negli ultimi allenamenti però lo sto vedendo molto più rinfrancato, determinato e voglioso, questo per me è importante”.

FUTURO – “Io son venuto qui perché la Roma mi ha chiamato e da tifoso son venuto qui con tutta il mio entusiasmo e buona volontà, finito questo finisce il mio lavoro. Io quando ho firmato sapevo che ero venuto qui in un momento di bisogno della mia squadra del cuore, dunque finito il campionato finisce il mio lavoro. La Roma è un bene inestimabile è logico che mi sento di promuovere la mia squadra del cuore”.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.