Conferenza stampa Marcelino: “Vogliamo vincere, stiamo meglio rispetto all’andata”

MARCELINO – L’allenatore del Valencia Marcelino è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match con la Juventus.

JUVE – “Affrontiamo la partita con grandi aspettative, anche se l’avversario è una squadra forte che punta a vincere la Champions. Sarà una gara lunga e difficile, ma la squadra sta bene e sarà dura anche per i nostri avversari. Cercheremo di avere il livello di gioco e la giusta intensità per vincere”.

PAREGGIO – “L’obiettivo è vincere. Porre l’attenzione su altro sarebbe sbagliato e rischierebbe di deconcentrare la squadra”.

FORMAZIONE – “Oggi l’allenamento è andato bene, sono tutti disponibili. Per questo non credo che farò molti cambi rispetto all’ultima partita”.

ATTACCO – “I nostri attaccanti devono fare questo, assist e gol. Prima mettevano in difficoltà le difese ma mancavano i gol, ora finalmente stanno arrivando anche quelli. Nel calcio ci sono situazioni senza logica e secondo me il nostro avvio di stagione rientra in questo concetto”.

RONALDO – “Cristiano è un calciatore straordinario. La decisione dell’espulsione dell’andata è stata tutta dell’arbitro. Lui vuol sempre vincere e vuol sempre segnare, oltre al talento è questa ambizione di migliorarsi ogni giorno che fa la differenza. Incontreremo un Ronaldo diverso rispetto a quello a cui eravamo abituati in Spagna, ma comunque conosciamo bene le sue qualità”.

INFORTUNATI – “Coquelin ha avuto un grande impatto lo scorso anno, purtroppo è fuori da tanto tempo. È disponibile anche se non al 100%. Kondogbia è disponibile salvo imprevisti. Guedes? Prenderemo una decisione definitiva domani mattina. Garay? Non c’è nessun giocatore che vuol perdersi una sfida del genere. Lui però ha preso un colpo molto forte in allenamento, ancora non riesce a camminare e quindi non può giocare una gara di questo livello. Spero di recuperarlo per sabato”.

MOMENTO – “Mi sarebbe piaciuto essere in una situazione ancora migliore, in realtà. Avremmo potuto fare molti più punti in Champions, secondo me avremmo potuto e dovuto vincere sia con lo Young Boys che con lo United a Old Trafford. Ora ci aspetta la partita più difficile di tutte. Noi però vogliamo far vedere il nostro livello, siamo cresciuti e siamo molto più concreti rispetto a qualche settimana fa”.

JUVE – “Ogni gara ha una storia diversa dall’altra. Mi piacerebbe avere lo spirito che ha messo in campo lo United, la Juve è stata molto superiore ma alla fine il calcio dà dei giudizi basati solo sui risultati. Secondo me dovremo avere un livello di gioco superiore rispetto a quello dello United qua a Torino”.

CRESCITA – “Stiamo molto meglio rispetto all’andata, sotto tutti i punti di vista”.

IDEA DI GIOCO – “Ovviamente vogliamo vincere. Noi proveremo a farlo seguendo la nostra idea calcistica. Non ci getteremo all’attacco a testa bassa, dovremo avere pazienza. La Juve ha forza nei singoli e nella squadra, ma nell’arco dei 90 minuti noi possiamo far valere le nostre armi. Come ho detto sarà una gara lunga e combattuta, ma questa è la Champions. Sono partite che fanno crescere i giocatori ed il club, fortunatamente siamo qua per giocarci le nostre chance”.

DYBALA – “All’andata non giocò, ma c’era Bernardeschi che risultò il migliore in campo. Li rispetto entrambi. Dybala è in un ottimo momento di forma, è un calciatore straordinario ma la Juventus ne ha tanti altri. Non siamo preoccupati da un singolo, ma da ciò che può fare la Juventus come squadra. Noi dovremo cercare di limitare la Juventus come squadra, altrimenti sarà dura”.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.