bianconerinews.eu-maurizio-sarri-conferenza-stampa-juve-juventus
Getty Images
Tempo di lettura: 3 minuti

CONFERENZA STAMPA SARRI JUVENTUS BAYER LEVERKUSEN – Maurizio Sarri ha parlato in conferenza stampa e a Sky assieme a Miralem Pjanic del match di Champions League contro il Bayer Leverkusen (domani ore 21.00). Queste le parole riportate da Bianconerinews.eu

Il punto sul Bayer Leverkusen

“Non possiamo pensare all’Inter. Il Leverkusen è la squadra che in Bundesliga ha il maggior possesso palla e i valori fisici più alti. Ha un punto in meno del Bayern Monaco, fisicamente per noi sarà impegnativa. Ha una grande facilità di palleggio e tiene palla per larghi tratti della partita, sarà difficilissima e pensare alla partita dopo sarebbe un errore clamoroso. È la squadra che ha il maggior possesso palla della Bundesliga e hai migliori dati fisici di tutta la Bundesliga. Quindi è una squadra estremamente pericolosa. È per noi una partita insidiosa e bisogna avere grande determinazione e avere fiducia nei nostri mezzi che sono tanti, consapevoli che la partita non sarà semplice.”

Il gioiellino Havertz

“Havertz unisce ottime qualità fisiche a quelle tecniche, adesso lo usano dietro la punta centrale o all’esterno, potrebbe fare anche il centrocampista. Pensare che sia un 99… sicuramente diventerà uno dei migliori d’Europa. È un giocatore forte perché abbina qualità tecniche di altissimo livello a buone qualità fisiche e lascia anche la sensazione che sia un giocatore universale. Perché in questo momento sta giocando nelle posizioni offensive, ma la sensazione è che possa giocare anche da centrocampista puro. È un giocatore importantissimo che può diventare il top in Europa”. 

Obiettivo finale

“Il nostro punto di maturazione spero sia basso, vorrebbe dire che abbiamo margini di miglioramento alti. Sulla Champions il mio pensiero è che dobbiamo puntare al massimo ma ci sono 10-11 squadre come noi. Gli episodi possono essere fondamentali, può dipendere da tremila fattori, soprattutto nella fase a eliminazione diretta. Ora l’obiettivo è di passare il turno, poi penseremo al resto. Comunque l’intenzione è di arrivare alla fine”.

La concentrazione della squadra

“Mi aspetto un buon risultato da domani, sarà importante per la qualificazione. Da domani penseremo alla prossima, ma vorrei che i miei giocatori fossero focalizzati su questa partita”.

Il punto su Ramsey

“Ramsey sta facendo bene, dopo l’infortunio brutto che ha avuto. Ha margini di migliroamento, visto che ha fatto tre spezzoni. Mi ha sorpreso per come si è inserito velocemente”.

Miglioramenti della squadra

“A Brescia abbiamo fatto meglio che con la Spal, la squadra di Corini è una buona squadra e lo ha dimostrato anche ieri. Al di là delle partite quello che mi lascia sereno è che vedo grande applicazione negli allenamenti. Questo mi fa pensare che siamo destinati a migliorare. La nostra qualità di palleggio è migliorata ma dobbiamo velocizzarlo. Dobbiamo pensare alla concretezza offensiva, nelle ultime due partite abbiamo avuto una percentuale di realizzazione troppo bassa, possiamo lavorare e migliorare su questo aspetto. Le palle gol non sono arrivate solo agli attaccanti, ma è un dato che ci deve far riflettere ed è da monitorare. Nelle ultime tre partite abbiamo dati in netto miglioramento sotto tutti i punti di vista. Confrontare i dati da una partita all’altra è difficile, ci sono tante variabili che condizionano. Siamo saliti molto a livello qualitativo. La condizione fisica è in crescendo, ma è in stretta dipendenza dalla condizione mentale e dal livello di applicazione che ha in quella partita. I dati sono confortanti ma non sono paragonabili al Leverkusen, che sono di livello straordinario”.

Clima da distendere in Champions

“Per uno che fa il calciatore o l’allenatore la Champions è il top, bisogna essere anche in grado di divertirsi, ci deve essere un senso di soddisfazione e allegria per farle, non vorrei prevalesse un senso di pesantezza. Per una squadra italiana adesso è difficilissimo che sia la favoritissima, per adesso per forza di cose le favorite sono le inglesi. Dobbiamo alleggerire il clima di pesantezza e giocarle come sappiamo”.

Il fascino del tridente

“Dybala-Ronaldo-Higuain? Vediamo, è un’ipotesi bellissima, in questo momento si può prendere in considerazione per spezzoni di partita, ma si può provare. Ieri abbiamo fatto defaticamento, oggi si farà un allenamento normale, dovrò dare un occhio anche al fattore medico”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.