bianconerinews.eu-maurizio-sarri-conferenza-stampa-juve-juventus
(Photo by Suhaimi Abdullah/Getty Images)
Tempo di lettura: 3 minuti

CONFERENZA SARRI – Maurizio Sarri, tecnico della Juventus, parla in conferenza stampa prima degli ottavi di Coppa Italia che la sua squadra giocherà mercoledì 15 gennaio alle ore 20.45, quando all’Allianz Stadium si troverà di fronte l’Udinese. Queste le parole del mister bianconero.

Formazione

“Vi potete aspettare di tutto. De Ligt è apparso in grandissima ripresa, la partita lo ha confermato. Rugani è un giocatore per noi importante ed è preso in grandissima considerazione, anche per domani. Far giocare Emre Can nella difesa a 4 sarebbe un percorso lungo, ho visto che in nazionale gioca più spesso a 3. Sono caratteristiche che a centrocampo sono diverse, con formazioni diverse. Buffon penso giochi, come è giusto che sia. Per noi è una risorsa fondamentale, sia in campo che fuori. Per il resto oggi noi abbiamo fatto fare scarico, dopo 40 ore era difficile fare un allenamento vero vista la partita vicina, il rischio infortuni è sempre alto. Abbiamo preferito essere più lisci e fare movimenti difensivi ma in modo più teorico e pratico. La valutazione su chi scenderà in campo sarà fatto domani. I numeri che mi arrivano dallo staff medico sono rassicurante, il recupero è soddisfacente. Domani facciamo 30-40 minuti di allenamento vero, dobbiamo anche sentire le sensazioni dei ragazzi. Da lì costruiamo la formazione per domani sera”

Motivazioni

“Dobbiamo giocare una partita dopo una partita in cui abbiamo speso energie nervose e mentali. Non è facile ricaricarsi ma dobbiamo farlo, ogni manifestazione è un obbiettivo. Vogliamo arrivare fino in fondo e dobbiamo trovare motivazione e forza per ricaricare le batterie in pochissime ore, non è semplice ma dobbiamo farlo. Non possiamo dire che questa manifestazione vale meno di altre”

Ronaldo

“La sensazione è che i tre attaccanti stiano tutti in buone condizioni, li possiamo ruotare per dare riposo a uno dei tre. Ronaldo adesso sta bene, mi sembra in un momento straordinario, i numeri stanno parlando per lui, non solo quelli realizzativi. A Roma ha fatto 1100 metri a oltre 22 km/H, possiamo anche far scegliere a lui se vuole giocare, ma domattina voglio parlare con lui”

Pjaca

“Vediamo le condizioni degli altri giocatori, se c’è spazio per Pjaca sarei ben contento. Ha grandissime potenzialità, quando ero a Napoli fu un nostro obiettivo e quando andò alla Juventus mi arrabbiai tantissimo. Se c’è spazio per lui sarei contento”

Manto erboso dello Stadio Olimpico

“Il campo dell’Olimpico mi sembra meglio delle altre stagioni. Quest’anno mi sembra meglio. Qui nessuno può dire cosa ha inciso negli infortuni, secondo me non c’entra il terreno, sono più due cedimenti strutturali. Demiral in fase di atterraggio ha avuto un movimento innaturale, anche Zaniolo lo ha avuto prima del contatto con de Ligt”

Dybala

“Parlo ogni giorno con Dybala, non c’è bisogno di parlare di quello che è avvenuto. Oggi ci ho parlato ma soprattutto per sentire come si sente. I nostri attaccanti sono forti e devono essere una risorsa, siamo fortunati ad averli. Ognuno di noi può avere un momento di litigate, ma non è che il giorno dopo ammazzi qualcuno”

Bernardeschi

“Bernardeschi mezz’ala? Può essere la volta buona. Ho parlato con Federico ed è contento di questo ruolo, è un buon punto di partenza, le caratteristiche ce le ha tutte. Dovrà andare meno all’azione personale e muovere la palla più velocemente, gli ci vorrà tempo ma sono felice del suo entusiasmo”

Rabiot

“Abbiamo tanti sinistri, qualcuno dovrà adattarsi alla parte opposta e sia Rabiot che Bernardeschi possono farlo. Il ruolo lo sta facendo bene, sta crescendo nel’interpretazione del ruolo e nella fase difensiva, nel ritmo e intensità. Se poi potrà giocare al centrosinistra sarà meglio per tutti”

Infortunati

“Demiral ha fatto un percorso straordinario. Mi dispiace che in un momento così, nella sera del suo primo gol, sia andato incontro ad un infortunio così grave. Se per giovani si intende de Ligt la differenza si assottiglia. Chiellini mi sembra che abbia una corsa abbastanza fluida, di solito chi ha patito un infortunio al crociato ha una corsa pesante. Un conto è la guarigione clinica e un’altra l’efficienza. Siamo contenti del percorso ma l’efficienza è tutta da valutare”

Piccola polemica sul finale

“Domani si gioca contro l’Udinese eh…”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.