ilsalottodelcalcio-gianni-infantino-emmanuel-macron-fifa-world-cup
Foto Getty
Tempo di lettura: < 1 minuto

FIFA INFANTINO CORONAVIRUS – Gianni Infantino, presidente della Fifa, compie oggi 50 anni e per l’occasione ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport. Ha parlato del Coronavirus e di come si proverà a rilanciare il calcio una volta passata l’emergenza.

Coronavirus, le parole del presidente Fifa Infantino

“Vogliamo far progredire il calcio, ma prima mi lasci dire che la nostra priorità è la salute. Collaboriamo da anni con l’Oms e la nostra situazione economica ci permette di offrire aiuto concreto. Abbiamo stanziato 10 milioni di dollari per un fondo riservato al calcio, servirebbero per interventi strettamente correlati alla FIFA, ma qui siamo di fronte a una crisi mondiale. Stiamo ripensando al calendario delle nazionali, che dovrà per forza mutare. Poi passeremo alle modifiche temporanee per quanto riguarda trasferimenti, protezione e adeguamento dei contratti. Servono misure molto dure”.

Sulle competizioni internazionali

“Noi vogliamo un torneo Fifa che sviluppi ulteriormente il calcio mondiale. Quando la Uefa propose la Champions League le leghe si ribellarono, perché tendenzialmente si ha paura delle novità. Vedremo cosa si dirà tra trent’anni, ma lasciatemi dire che solo questo torneo, oltre al Mondiale classico, permette introiti importanti alle federazioni”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.