bianconerinews.eu-lamberto-zauli-primavera
(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
Tempo di lettura: 2 minuti

GENOA JUVENTUS PRIMAVERA – Primo pareggio stagionale per la Juventus, che nella trasferta di Genoa impatta per 2-2. Grandiosa la prova di Dragusin e Israel, un pari giusto per quanto visto in campo.

Neanche il tempo di cominciare che la Juventus trova subito il vantaggio: punizione di Fagioli scodellata in mezzo, la difesa genoana si addormenta e Raggio non si accorge dell’arrivo da dietro di Dragusin, che da perfetto bomber mette dentro il vantaggio bianconero a pochi passi dalla porta. La partita vive di pochi sussulti, i bianconeri si fanno vedere con una conclusione di Fagioli dalla distanza, mentre il Genoa si rende pericoloso con un colpo di testa di Raggio da ottima posizione, parato in scioltezza da Israel. Negli ultimi minuti succede di tutto: Moro entra in area di rigore ma viene chiuso da un’ottima scivolata di Dragusin. Nell’occasione si fa male il portiere Israel, che decide di restare in campo nonostante la botta e il sangue perso dal naso. Eboua conquista palla a centrocampo e avanza fino al limite dell’area, dove col destro trova il diagonale rasoterra che vale il pareggio. Sembra finita qui, ma Petrelli segna su punizione il 2-1 juventino con un gran destro a giro.

Israel ancora protagonista quando Klimavicius stacca di testa sul cross dalla sinistra, il portiere esce con carisma e blocca in volo il pallone. La Juve risponde con un’ottima ripartenza orchestrata da Petrelli, che serve Sene in corsa trovando però la deviazione del difensore. Sul corner successivo Gozzi manca di poco il 3-1 mandando di testa fuori di poco. Il Genoa si rende pericoloso al 60′ con un corner battuto in mezzo, la palla rimane in area piccola senza che i genoani riescano a trovare il colpo vincente, palla spazzata via. I rossoblu spingono e tengono chiusi in difesa. Il pareggio è nell’aria e arriva con il colpo di testa di Riccio su corner. La squadra di Chiappino ci crede e crea numerose occasioni: ghiotta chance per Zennaro che incrocia con un rasoterra battendo Israel ma non Dragusin, pronto a salvare sulla riga. Mister Zauli prova a dare una spinta con qualche cambio, le squadre sono stanche ma continuano a cercare il gol della vittoria, senza riuscirci. Finisce quindi 2-2, giusto che le squadre si dividano la posta in palio.

Dario Lombardi

Genoa Juventus Primavera 2-2, il tabellino

Reti: 2′ Dragusin (J), 42′ Eboua (G), 46′ Petrelli (J), 64′ Raggio (G)

Genoa (4-3-1-2): Vodisek; Piccardo, Serpe, Raggio, Lisboa; Eboua, Rovella, Masini; Zennaro; Klimavicius (79′ Buonavoglia), Moro (92′ Conti).
A disposizione: Drago, Gasco, Piccardo, Dumbravanu, Da Cunha, Ruggeri, Besaggio, Verona, Agostino, Diakhate.
Allenatore: Chiappino

Juventus (4-3-1-2): Israel; Bandeira, Gozzi, Dragusin, Anzolin; Ahamada (77′ Sekulov), Fagioli, Leone (62′ De Winter); Tongya; Petrelli (77′ Da Graca), Sene (71′ Moreno).
A disposizione: Garofani, Riccio, Vlasenko, Abou, Stoppa, Gerbi. 
Allenatore: Zauli

Arbitro: Mele di Novara

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.