bianconerinews.eu-juventus-lecce-dybala-
(Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
Tempo di lettura: 2 minuti

JUVENTUS LECCE – La Juve in versione dottor Jekyll e mister Hyde gioca male nel primo tempo per poi sommergere di reti il malcapitato Lecce, in dieci per un’ora di partita. Il 4-0 finale premia i bianconeri, che restano in vetta alla classifica e aspettano la partita della Lazio per sapere con quanto distacco. I gol portano la firma di Dybala, Ronaldo, Higuain e de Ligt.

Se la Juventus del primo tempo fosse un film probabilmente sarebbe diretto da un grande regista quale fu Damiano Damiani, ma verrebbe fuori un film come Alex l’Ariete. Probabilmente è ingeneroso paragonare uno storico flop e trash alla squadra apparsa nei primi 45 minuti, certo è che la delusione nel vederla potrebbe essere la stessa. La Juve vive di sporadiche azioni personali, mettendo in campo zero gioco e facendosi sorprendere da un Lecce che, contrariamente a quanto previsto, non disdegna di buttarsi in avanti. de Ligt buca subito un intervento e lascia spazio a Mancosu che serve Rispoli, palla alta da buona posizione. I bianconeri si fanno vedere con un tiro dalla distanza di Rabiot e una rovesciata fallita da Ronaldo, ma è una brutta Juve. Il match ha un sussulto quando Lucioni frana su Bentancur lanciato verso il portiere: l’arbitro non può che dare il rosso e lasciare il Lecce in dieci. La partita però, rimane la stessa, con i giallorossi (oggi in divisa blu) più attenti in fase difensiva, senza però abbassarsi troppo. Le occasioni più grosse arrivano sul finale per Ronaldo e Bernardeschi: entrambi a pochi metri dalla porta, entrambi la spediscono clamorosamente alta sopra la traversa per l’incredulità di tutti.

Sarri decide di dare un’accelerata al match: via il piantato Rabiot, dentro il veloce Douglas Costa. E per una straordinaria coincidenza, la Juve si accende: palla in area per Ronaldo, che serve Dybala al limite e, come tante altre volte, la mette all’incrocio segnando l’1-0. Passano dieci minuti e il neo entrato Rossettini atterra Ronaldo, Piccinini assegna il penalty e CR7 non sbaglia. In inferiorità numerica e sotto di due reti, il Lecce decide di alzare bandiera bianca e i bianconeri possono amministrare la gara senza troppi patemi. Occasioni per il tris di Ronaldo e de Ligt, poi è il neoentrato Higuain a segnare con una bordata dopo un assist di tacco di Cristiano Ronaldo. Pochi minuti dopo è de Ligt a segnare di testa su assist di Douglas Costa il definitivo 4-0. Un’altra vittoria per dare continuità di risultati e restare in vetta alla classifica, e i fantasmi del primo tempo, forse, restano in soffitta.

Juventus Lecce 4-0, il tabellino

Reti: 52′ Dybala, 62′ rig. Ronaldo, 83′ Higuain, 86′ de Ligt

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Matuidi; Bentancur (68′ Ramsey), Pjanic, Rabiot (52′ Douglas Costa); Bernardeschi (77′ Muratore), Dybala (77′ Higuain), Cristiano Ronaldo.
A disposizione: Pinsoglio, Buffon, Rugani, Olivieri, Wesley.
Allenatore: Sarri

Lecce (3-5-1-1): Gabriel; Donati, Lucioni, Paz; Rispoli, Shakhov, Tachtsidis, Mancosu (72′ Barak), Vera (78′ Calderoni); Petriccione (46′ Rossettini); Falco (63′ Babacar).
A disposizione: Vigorito, Chironi, Radicchio, Monterisi, Meccariello, Saponara, Colella, Maselli, Rimoli.
Allenatore: Liverani

Ammonizioni: 37′ Bentancur (J)
Espulsioni: 31′ Lucioni (L)

ARBITRO: PICCININI
ASSISTENTI: BINDONI – DEL GIOVANE I
V: GHERSINI
VAR: VALERI
AVAR: SCHENONE

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.