BIANCONERINEWS-JUVENTUS-DOUGLAS-COSTA
Getty Images

JUVENTUS DOUGLAS LUCESCU – La meravigliosa serpentina che ha portato la Juventus ad espugnare il campo della Lokomotiv Mosca, ha finalmente consacrato Douglas Costa come stella del calcio europeo. Il brasiliano, causa tanti infortuni, ha sempre fatto difficoltà ad esprimere al massimo tutto il suo potenziale. Eppure c’è chi ha sempre creduto nelle sue qualità, ed è il caso del suo ex allenatore nello Shakthar Donetsk, Mircea Lucescu. In una lunga intervista rilasciata a TuttoSport, Lucescu si è sbottonato sul fenomeno brasiliano coprendolo di complimenti. Ecco le sue parole.

Il gol al Lokomotiv

“Quando ho visto il gol di Douglas Costa contro la Lokomotiv Mosca mi è venuto spontaneo urlare ‘ooohhhhh!’. Duki mi chiama papà dai tempi dello Shakhtar Donetsk. L’altra sera ha segnato un gol bellissimo in Champions, ma lui ha le potenzialità per realizzare reti del genere ogni partita. Fidatevi di me che lo conosco benissimo: l’ho portato in Europa dal Brasile quando era un ragazzino di 20 anni e di giocate così gliene ho viste fare tante.”

I ricordi

“Prendemmo Duki dal Gremio e Alex Teixeira dal Vasco dopo averli visti al Mondiale Under 20 in Egitto. Io ho sempre avuto una passione per i talenti brasiliani. Il mio presidente avrebbe voluto portare in Ucraina anche Neymar, ma non era possibile… (risata)”

Il paragone

“È un giocatore molto generoso, preferisce l’assist al gol. Però per il suo mix quasi unico di abilità tecnica, controllo di palla, velocità e bravura nell’attaccare gli spazi può e deve segnare molto di più. Douglas Costa, come qualità, non ha nulla da invidiare a Mbappé del Paris Saint Germain.”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.