bianconerinews.eu-maurizio-sarri-conferenza-stampa-juve-juventus
Getty Images
Tempo di lettura: 2 minuti

JUVENTUS MILAN CONFERENZA SARRI -. Nel posticipo della dodicesima di Serie A, la Juventus di Maurizio Sarri incontrerà il Milan. I diavoli non stanno vivendo un buon momento di forma, infatti la squadra di Pioli è reduce dalla sconfitta subita contro la Lazio. I campioni d’Italia in carica, invece, arrivano alla gara dopo la vittoria di Champions contro la Lokomotiv Mosca e hanno tutta l’intenzione di mantenere la guida della Serie A. Nella classica conferenza stampra pre match, Sarri ha toccato parecchi temi. Ecco le sue parole.

Ronaldo

“Ancora non so se utilizzarlo perché ieri era con i fisioterapisti e vedremo oggi e domattina nell’ultimo allenamento com sta. Non ha niente di grave, solo un piccolo dolore al ginocchio che un po’ lo squilibra negli appoggi durante la partita”.

Ramsey

“Ha qualità tecniche importanti e può fare entrambi i ruoli che gli chiedo. Può essere un trequartista moderno, ma anche un interno moderno. Da interno può essere un centrocampista offensivo, da trequartista può anche dare copertura. Ieri ha fatto solo un defaticante, vedremo nell’allenamento di oggi che reazione potrà avere.”

La squadra

“Il limite è che la squadra non riesce ancora a chiudere le partite. La forza è però che fino alla fine si va a cercare la vittoria e spesso ci si riesce. I voti mi stavano molto antipatici, quindi ne fare volentieri a meno.”

De Ligt, Rabiot e Bonucci

“De Ligt? Abbiamo due allenamenti, vediamo. Ieri ha fatto delle prove in campo piuttosto positive. Oggi prova a stare insieme alla squadra e vediamo la reazione”. Poi, su Bonucci e Rabiot: “Bonucci è fondamentale, se la squadra poteva farne a meno l’avrei fatto riposare. Gli viene chiesto un sacrificio enorme, spero di poter farlo riposare in futuro più a breve possibile ma in questa prima fase è stato determinante. Rabiot in futuro lo vedo più da vertice basso che trequartista. Non gli ho voluto confondere le idee, quindi l’ho messo a specializzarsi in un singolo ruolo. Quando sarà padrone di questo ruolo lo proverò in altre posizioni”.

Higuain

“Il dente avvelenato ce l’avrà anche il Milan con lui. Che Gonzalo abbia bisogno di forti motivazioni per rendere lo dice la storia. Sta bene fisicamente e mentalmente e ci sta dando moltissimo dal punto di vista del gioco e del creare situazioni. Può fare qualcosa in più dal punto di vista realizzativo”.

Caos Napoli

“Non mi sono fatto nessuna idea. Conosco l’ambiente e so che è un problema che si deve risolvere da soli. Non ho la presunzione di pensare come si potrebbe risolvere. Ci sono persone di grande spessore, un mister e un presidente, che sapranno come gestire la cosa”. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.