bianconerinews-agnelli-andrea-juventus
Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

CORONAVIRUS CALCIO SERIE A AGNELLI LOTITO – Il futuro del campionato di calcio di Serie A continua ad essere appeso a un filo. Una linea sottile, demarcata dall’espansione del Coronavirus. La Gazzetta dello Sport fissa la dead-line a Pasqua. Se entro questa data non dovessero esserci dei dati confortanti, allora sarebbe difficile immaginare la ripresa del campionato, che al contrario potrebbe riprendere a maggio (il 9 o il 16).

Serie A, i possibili scenari

Cosa fare, dunque, dei campionati 2019-20? La bagarre tra i presidenti dei club di Serie A è più accesa che mai. L’ipotesi avallata dall’UEFA di terminare i tornei nazionali a giugno e quelli europei a luglio sembra di difficile realizzazione. Più plausibile lo stop completo: la classifica verrebbe cristallizzata e lo scudetto non assegnato, così come le retrocessioni che sarebbero bloccate. La nuova Serie A sarebbe così composta da 22 squadre (comprendenti le prime due in arrivo dalla Serie B, Benevento Crotone), da ridurre a 20 nell’annata seguente.

Agnelli – Lotito, altra dura lite in Lega Calcio

Uno scenario che trova il pieno appoggio di alcuni presidenti, tra cui Andrea Agnelli, ma anche l’opposizione di altri, come Claudio Lotito, che vorrebbe concludere la stagione. Come riporta Tuttosport, nella giornata di ieri sarebbe andato in scena l’ennesimo battibecco tra i due. “Avete visto i dati? Oh, se sta a ritirà! Ma poi lo so: io parlo coi medici luminari, quelli che stanno in prima linea, no co’ quelli delle squadre…“: questo il virgolettato riportato dal quotidiano sportivo di Lotito a Agnelli, che avrebbe risposto: “Eh, certo: ora sei diventato anche un esperto virologo“. Bagarre in pieno sviluppo, nei prossimi giorni l’inevitabile epilogo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.