bianconerinews.eu-juventus-lione
(Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
Tempo di lettura: 2 minuti

LIONE – L’urna di Nyon ha deciso il destino della Juventus negli ottavi di finale di Champions League. I prossimi avversari dei bianconeri saranno i francesi dell’Olympique Lione, arrivata seconda in un girone chiuso al fotofinish. Solo nell’ultima giornata sono riusciti a qualificarsi grazie al pareggio con il Lipsia e alla conseguente vittoria del Benfica che ha eliminato lo Zenit San Pietroburgo da tutte le competizioni europee.

Lione, il momento

Non era partita bene la stagione del Lione, che ha esonerato Sylvinho a metà ottobre. Il suo posto è stato preso da Rudi Garcia, vecchia conoscenza del calcio italiano. Il mister ex Roma è riuscito a trovare una qualificazione in Champions che sembrava molto difficile da raggiungere. In campionato la squadra si sta riprendendo: dopo un inizio shock, sono arrivate vittorie e punti preziosi per risollevarsi in classifica, che la vede adesso all’ottavo posto. Tra le squadre che potevano essere sorteggiate, il Lione rappresentava sulla carta il pericolo minore.

Lione, la squadra

Il giocatore più importante, Memphis Depay, è rimasto vittima di un infortunio grave:si sospetta la lesione del crociato e, se questa prognosi venisse confermata, sarà sicuramente out per il doppio confronto. Questa assenza cambierà molto il modo di giocare dei francesi, che fino ad oggi non hanno ancora trovato una loro identità di gioco. L’unica certezza è la linea difensiva a 4, con il duo Andersen-Denayer al centro e l’alternanza sulle fasce di Rafael (ex Manchester United ai tempi di Ferguson), Dubois (infortunato al menisco ma che dovrebbe rientrare nel 2020), Kone, Teté e Marçal. Senza Depay, è difficile capire con quale schema potrà scendere in campo. Probabile che l’unica punta sarà Moussa Dembelé, affiancato da due esterni. Il centrocampo ha giocatori interessanti come Aouar (centrale capace di giocare esterno, due reti e due assist finora) e Thiago Mendes (pagato 22 milioni dal Lilla, a quota quattro assist). Per Garcia la grande assenza non sarà solo quella di Depay, ma anche quella di Adelaide: il giovane classe 98 era il regista della squadra, ma l’infortunio al crociato gli ha fatto chiudere anticipatamente la stagione.

Lione, i precedenti

La Juventus ha affrontato il Lione negli ultimi sei anni in due occasioni. Nella stagione 2013/14 i bianconeri affrontarono l’OL nei quarti di Europa League trovando due vittorie per 1-0 con gol di Bonucci nel vecchio stadio Gerland e 2-1 in casa. In Champions League il doppio scontro è datato 2016/17: alla soffertissima vittoria per 1-0 con gran gol di Cuadrado (dopo l’espulsione di Pjanic e una delle più belle parate della storia di Buffon) seguì il pareggio per 1-1, passato alla storia per un’azione in cui Sturaro non riusciva a capire dove si trovasse il pallone.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.