PAGELLE CAGLIARI JUVENTUS – Si è conclusa la gara di campionato tra Cagliari e Juventus. I sardi hanno vinto per 2-0.

Pagelle Cagliari Juventus, i voti

BUFFON 6: sul secondo gol forse poteva fare di più. La difesa davanti a lui non è proprio rocciosa, deve parare un po’ più di quanto sperava.

CUADRADO 5.5: in attacco si fa vedere poco, in difesa lascia qualche buco. A volte sembra spaesato e si becca pure un po’ di botte.

BONUCCI 5.5: sul secondo gol lascia Simeone libero di calciare senza porre alcun rimedio. Soffre tanto l’attacco del Cagliari quando i giocatori di Zenga spingono.

RUGANI 5.5: nel gol del vantaggio sardo si condensa il solito luogo comune di lui che non è perfetto in marcatura. Il giovane Gagliano lo brucia come se lui fosse il giocatore esperto e Rugani il giovane Primavera. Un’altra occasione persa per smentire i suoi detrattori.

ALEX SANDRO 5.5: Faragò è libero di far partire il traversone perché inspiegabilmente libero, dato che il brasiliano è stranamente accentrato. Nel resto dell’incontro spinge di più nel secondo tempo, ma è un’altra gara di cui nessuno si ricorderà.

PJANIC 5.5: di verticalizzazioni poche, di idee poche, di invenzioni poche. Poco in tutto, un po’ come se fosse lo specchio della sua stagione. Dal 61′ ZANIMACCHIA 6.5: fa il suo esordio in A cercando di mettere in mostra il suo talento. Va vicino al gol con una grande conclusione dalla distanza a tempo scaduto.

MURATORE 6: prova a far vedere di che pasta è fatto con qualche rincorsa e anche un paio di conclusioni dalla distanza. Non è la serata migliore, ma esce comunque tra gli applausi. Dal 61′ MATUIDI 6: il Cagliari attacca meno dopo il suo ingresso.

BENTANCUR 6: il ritmo della partita non lo aiuta, lui ci mette del suo come sempre per aiutare la squadra. La stanchezza si fa sentire, inutile chiedergli uno standard alto ad ogni match. Dal 76′ PEETERS S.V

BERNARDESCHI 5: teoricamente è in campo, praticamente non lo si vede quasi mai. Sul finale fa qualche tiro che termina a lato, troppo poco.

HIGUAIN 5: ha un paio di occasioni per segnare e le getta al vento. E questo fa la differenza tra un bomber che segna e uno che fallisce. Dal 88′ OLIVIERI S.V

CRISTIANO RONALDO 5.5: l’impegno e la voglia ci sono sempre, la mira meno. Gioca per raggiungere la Scarpa d’Oro e il titolo di capocannoniere, forse deve iniziare ad accettare la possibilità che questo obiettivo possa sfumare.

SARRI 5: è una squadra stanca e che non riesce a tirare in porta. Se fosse una gara di fine stagione senza alcun obiettivo in palio non sarebbe nulla di grave, ma la Champions League non è lontana, e con gare come questa Lisbona non si avvicina.

Cagliari: Cragno 7; Walukiewicz 6.5, Ceppitelli 6.5, Klavan 6; Faragò 6.5, Ionita 6.5, Rog 6 (47’ Paloschi 6), Mattiello 7; Joao Pedro 6 (88’ Pereiro S.V.); Simeone 7 (84’ Birsa S.V.), Gagliano 7.5 (46’ Lykogiannis 6). Allenatore: Zenga 7.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.