bianconerinews.eu-juventus-dybala
(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)
Tempo di lettura: 2 minuti

PAGELLE JUVE BRESCIA – Si è concluso il match all’Allianz Stadium tra Juventus e Brescia, valido per la 24° giornata del campionato di Serie A. I bianconeri vincono 2-0 con una prova di grande superiorità.

Pagelle Juve Brescia, i voti

SZCZESNY 6: probabilmente non ha avuto bisogno di fare la doccia al termine della partita.

DANILO 6.5: si fa vedere abbastanza davanti, in difesa non concede niente.

BONUCCI 6: l’attacco del Brescia è poca roba, specialmente dopo l’espulsione di Ayé. Poco lavoro per lui. Dal 77′ CHIELLINI 7: la miglior notizia che ci possa essere dalla partita di oggi. Bentornato Giorgione!

RUGANI 6: leggerlo negli undici iniziali ha fatto storcere il naso a molti, come accade spesso, la sua prestazione invece convince.

ALEX SANDRO 6.5: di pericoli non se ne vede l’ombra, di conseguenza è più libero di attaccare. Da rivedere la mira nei tiri in porta, davvero pessima. Ma è ammirevole il suo impegno costante nell’avanzare sulla fascia.

BENTANCUR 6.5: ci prova spesso dalla distanza, senza mai trovare grossa fortuna. Alcuni lanci sono da benedizione, così come alcuni recuperi palla.

RAMSEY 5.5: in una partita che poteva e doveva essere davvero facile, si limita al compitino semplice, sbagliando pure quello. La sufficienza non la porta a casa, da lui è lecito attendersi di più. Dal 66′ PJANIC S.V. Dal 74′ MATUIDI 6.5: alzi la mano chi si aspettava da lui un assist di tacco.

RABIOT 6: partita ordinata in cui svolge il compito di contrastatore diligentemente. Per lui anche qualche folata in avanti, senza successo.

CUADRADO 7: torna nel ruolo che preferisce e ringrazia: spesso si getta nella mischia e porta avanti palla, trovando anche il gol del raddoppio.

HIGUAIN 6: non segna neanche oggi, ma è sempre nel vivo dell’azione. L’impegno che ci mette è da apprezzare.

DYBALA 7.5: prova sontuosa e, finalmente, gioca più vicino all’area di rigore. Bello il gol su punizione. Sta diventando impossibile da tenere in panchina, quasi una bestemmia citando Sarri.

SARRI 6: il Brescia fa di tutto per rendergli le cose facili, la sua squadra tiene palla per tutta la partita senza creare troppe occasioni, salvo i minuti finali.

Brescia (4-3-1-2): Alfonso S.V. (10’ Andrenacci 6); Sabelli 6, Mateju 6, Chancellor 6, Martella 5.5; Bisoli 6, Dessena 5, Bjarnason 6 (80’ Ndoj 6); Zmrhal 5 (90’ Skrabb S.V.); Balotelli 5, Ayé 4. Allenatore: Lopez 5.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.