Juventus-Fiorentina, le pagelle: Higuain un cecchino, Khedira l’uomo in più

PAGELLE JUVENTUS FIORENTINA – La Juventus non delude e doma la Fiorentina. Ai bianconeri basta Higuain per battere i viola 2-1 e portare a casa i primi tre punti di questo campionato. Ecco le pagelle della gara:

Buffon 6 – Mai impiegato. Incolpevole sul gol di Kalinic

Barzagli 5,5 – Poco preciso, qualche fallo di troppo: non è ancora in condizione

Bonucci 6 – Sbaglia poco o nulla. Solita personalità, solito piede: il centrale italiano si è confermato come uno dei migliori nel suo ruolo.

Chiellini 5,5 – Come Barzagli non è al meglio. Nel primo tempo è preciso, mentre nella ripresa commette alcune leggerezze.

Dani Alves 6,5 – Impeccabile il suo esordio con la Juventus. Nel primo tempo è molto propositivo, spinge molto sulla corsia di destra, arrivando anche al tiro in un paio di occasioni. Si mette al servizio della squadra: complimenti alla società per l’acquisto.

Khedira 7 – Quantità e qualità: il tedesco Campione del Mondo ha dimostrato di essere insostituibile. Il suo gol è da fare vedere in tutte le scuole calcio: perfetto il tempo con cui si inserisce sul cross di Chiellini.
Dal 43’st Hernanes sv.

Lemina 6,5 – Da mesi è al centro di voci di mercato. L’ex Marsiglia non ci pensa e sforna un’ottima prestazione. Va vicino al gol con un paio di tiri da fuori, ma non ha mai sorpreso Tatarusanu.

Asamoah 7 – Spacca la partita in vari frangenti. Non ha una tecnica eccezionale, ma quanto a corsa non è secondo a nessuno. Con i suoi strappi crea sempre superiorità numerica nella metà campo ospite.

Alex Sandro 5 – E’ il peggiore dei suoi. Può fare molto di più, ma si limita a svolgere il compitino. In occasione del pareggio viola si fa sovrastare da Kalinic.

Dybala 5,5 – La ‘Joya’ non accende la luce. Anzi. E’ un po’ in ombra. Sente la pressione e la responsabilità, cerca sempre la giocata. Con i suoi movimenti crea lo spazio per i compagni: sono deliziosi alcuni suoi tocchi.
Dal 39’st Evra sv:

Mandzukic 6 – Solita prestazione generosa per l’ariete croata. Corre, lotta e si sacrifica. Non gli capitano palle pulite da spingere in rete, ma è sempre presente in area avversaria.
Dal 20’st Higuain 7: una palla toccata, un gol. Il ‘Pepita’ ha dimostrato di essere un vero cecchino dell’area di rigore, rispedendo al mittente tutte le critiche subite in queste settimane.

R.C

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.