bianconerinews.eu-dybala-gol-juventus
(Photo by Valerio Pennicino/Getty Images )
Tempo di lettura: 2 minuti

PAGELLE JUVENTUS INTER – Si è giocato il big match della 26° giornata di Serie A che vedeva di fronte Juventus e Inter. I bianconeri battono per 2-0 i nerazzurri.

Pagelle Juventus Inter, i voti

SZCZESNY 6.5: pronto e attento quando viene chiamato in causa.

CUADRADO 6.5: torna al suo vecchio ruolo e lo fa con diligenza, senza far mancare qualche strappo in avanti dei suoi.

BONUCCI 7: Lukaku dovrebbe essere un avversario forte, ma lo oscura completamente.

DE LIGT 7: non ha problemi a eludere un avversario tosto come Martinez.

ALEX SANDRO 6.5: combattivo e concreto. Ha qualche difficoltà nel primo tempo a contenere Candreva, migliora esponenzialmente nella ripresa. Dal 77′ DE SCIGLIO 5: per fare un ingresso peggiore avrebbe dovuto o segnare nella sua porta o essere espulso. Difficile giocare così male in così poco tempo

BENTANCUR 7: Pjanic chi? L’uruguaiano non fa sentire la mancanza del numero 5 bianconero e si rende protagonista lanciando Dybala nel magnifico gol del 2-0.

RAMSEY 7: è una delle mosse a sorpresa di Sarri, che viene ripagato con un gol di fondamentale importanza ed una partita giocata fino al 90′, quasi una sorpresa per lui.

MATUIDI 7: finalmente una gara ricca di sostanza. E quell’assist sul primo gol lo ha cercato con tutta la rabbia del mondo.

DOUGLAS COSTA 6.5: nel primo tempo dà parecchi grattacapi alla difesa interista, nella ripresa la benzina va in riserva e prova meno accelerazioni. dal 59′ DYBALA 7: quel gol è da vedere e rivedere. Che bella la Joya quando entra con quell’argento vivo addosso!

HIGUAIN 6: è la solita storia. Quando si tratta di attaccare si fa desiderare, meglio quando deve creare spazio nella difesa e difendere, sempre e comunque. Ma è questo che si vuole da un attaccante che con la maglia bianconera ha segnato più di 60 gol in due anni e mezzo in ogni partita? Dal 80′ BERNARDESCHI S.V

CRISTIANO RONALDO 6: la solita rabbia, la solita voglia di far vedere al mondo la sua forza, ma anche le solite punizioni calciate sulla barriera.

SARRI 6.5: ancora una volta nessuno riesce a prevedere le sue mosse alla vigilia della gara, ma stavolta prende in contropiede anche Conte. L’Inter è annichilita e il merito è anche suo.

Inter (3-5-2): Handanovic 6.5; Skriniar 5, De Vrij 5.5, Bastoni 5.5; Candreva 6 (74’ Gagliardini 5), Vecino 5.5, Brozovic 6, Barella 6 (59’ Eriksen 5), Young 5; Lukaku 4.5 (77’ Sanchez 5), Lautaro 4.5. Allenatore. Conte 5.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.