bianconerinews.eu-cristiano-ronaldo-rovesciata-juventus-lecce-
(Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
Tempo di lettura: 2 minuti

PAGELLE JUVENTUS LECCE – Si è concluso il match di campionato tra Juventus e Lecce, il primo all’Allianz Stadium in Serie A dopo lo stop causato dalla pandemia. I bianconeri vincono per 4-0.

Pagelle Juventus Lecce, i voti

SZCZESNY 6: sicuro ogni volta che viene chiamato in causa.

CUADRADO 5.5: sembra una giornata no nel primo tempo, lasciando parecchi spazi alle velleità offensive leccesi e commettendo molti errori. Va meglio quando la vittoria è cosa fatta.

DE LIGT 7: l’inizio partita fa pensare male, quel buco poteva costare caro. Fortunatamente è solo una svista, l’olandese si fa valere nel resto della partita ed ha anche la gioia del gol sul finale.

BONUCCI 6: giornata relativamente tranquilla per lui, in cui chiudere con tranquillità ogni situazione pericolosa sul nascere.

MATUIDI 6: non demerita in fase difensiva, non affonda troppo in fase difensiva. Una gara normale in un ruolo non suo, per oggi va bene così.

BENTANCUR 6.5: sembra l’unica luce del centrocampo in un primo tempo dove la Juve fa davvero fatica, mettendosi in mostra anche con alcuni inserimenti in zona d’attacco. Viene sostituito nel secondo tempo per dargli un po’ di meritato riposo. Dal 68′ RAMSEY 6: mette ulteriori minuti nelle gambe, il suo apporto sarà necessario anche dal primo minuto.

PJANIC 6: meglio che nelle ultime uscite, anche se appare ancora un po’ lontano da quello che ci si aspetta da lui. In ombra nel primo tempo, in grande ascesa nel secondo.

RABIOT 5.5: una grande conclusione dalla distanza che sfiora la rete, andando a memoria si potrebbe pensare che sia la prima volta che tira in porta. Nel contorno, tanto, troppo immobilismo. Dal 52′ DOUGLAS COSTA 6.5: cambia la formazione e cambia la musica. Con lui in campo è tutta un’altra cosa: velocità, dribbling e anche un assist.

BERNARDESCHI 5.5: non una gara così negativa, soprattutto nel secondo tempo. Quell’errore a pochi metri dalla porta però pesa come un macigno. Dal 77′ MURATORE 6: debutto senza macchia in Serie A per lui.

DYBALA 7: vaga parecchio nel campo alla ricerca di un pallone buono e, quando lo trova, segna quel gran gol. Non è Messi, ma non deve neanche essere messo in discussione. Dal 77′ HIGUAIN 6.5: pochi minuti e va subito al gol. Bentornato Pipita!

RONALDO 7.5: finalmente CR7 torna quello che cerca ostinatamente il gol a tutti i costi, trovandolo. Per ora si deve accontentare di segnare dagli undici metri, ma c’è il suo zampino in tre dei quattro gol segnati.

SARRI 6: vuota nel primo tempo, devastante nella seconda, la sua Juve non è ancora al top e sfrutta al meglio la superiorità numerica.

Lecce: Gabriel 5.5; Donati 6, Lucioni 4.5, Paz 5; Rispoli 6, Petriccione 6 (46’ Rossettini 5), Tachtsidis 5.5, Shakhov 5, Vera 5.5 (78’ Calderoni s.v); Mancosu 6 (72’ Barak 5.5), Falco 5.5 (63’ Babacar 5). All. Liverani 5.5.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.