BIANCONERINEWS-JUVENTUS-PJANIC
Getty Images
Tempo di lettura: 2 minuti

PAGELLE LIONE JUVENTUS – Si è conclusa l’andata degli ottavi di finale di Champions League tra Lione e Juventus. Al Groupama Stadium i francesi vincono 1-0.

Pagelle Lione Juventus, i voti

SZCZESNY 6: incolpevole sul gol, deve tirare fuori tutto il suo repertorio per far fronte alla difficile serata.

DANILO 4.5: quando il Lione passa in vantaggio dorme. E dà credito a chi in estate lo vedeva come un acquisto sbagliato.

BONUCCI 5.5: Ekambi è scatenato, ma gode anche di tanto spazio. Il capitano della Juve non lo marca come dovrebbe.

DE LIGT 6: forse non è un caso che quando esce lui la Juve subisce gol. Riesce, per quanto possibile, a contenere Dembelé.

ALEX SANDRO 6: nel momento in cui mancano le idee, il brasiliano prova ad alzare il baricentro con svariate avanzate sulla fascia e tanti cross.

PJANIC 4.5: cercasi vero Pjanic disperatamente. Non ne azzecca una, né come regista né in fase difensiva. Se continua così la sua assenza non può essere rimpianta. Dal 62′ RAMSEY 6: un minimo di organizzazione e di regia torna a farsi viva con lui in campo.

BENTANCUR 6: è l’unico che si sbatte a centrocampo, correndo a destra e sinistra cercando di tamponare le falle dei suoi compagni.

RABIOT 5.5: Sarri aveva detto che serviva gamba in questa partita, il francese non lo ripaga minimamente. Resta ancorato nella sua posizione e non si sblocca da lì. Dal 78′ BERNARDESCHI 5.5: prova a farsi vedere, ma è un fuoco di paglia.

CUADRADO 5: sembrava destinato a giocare bene ogni partita nel suo vecchio ruolo, ma fallisce la partita più importante. Insolitamente spento e poco pericoloso, è in ritardo sul pallonetto di Ronaldo che poteva significare il gol del vantaggio. Dal 70′ HIGUAIN 5: due occasioni ottime per pareggiare e tornare a segnare, e invece niente.

DYBALA 6: è l’unico che prova davvero a rendersi pericoloso e a creare occasioni da gol, soprattuto nel finale.

CRISTIANO RONALDO 5.5: prima partita in cui non va a segno dopo il filotto di gare consecutive in rete. La difesa lo imbriglia ottimamente e, ancora una volta, spreca malamente i calci di punizione.

SARRI 5: è come se, quando si inventa qualcosa di nuovo, le squadre avversarie riescono subito a prendere le contromosse. E lui rimane con un pugno di polvere.

Lione (3-5-2): Lopes 6; Denayer 6.5, Marcelo 6.5, Marçal 6.5; Dubois 6.5 (78’ Tete 6), Tousart 7, Guimaraes 6.5, Aouar 7, Cornet 6 (81’ Andersen S.V.); Toko Ekambi 7 (66’ Terrier 6), Dembele 6. All. Garcia 7.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.