bianconerinews.eu-gigi-buffon
(Photo by Marco Rosi/Getty Images)
Tempo di lettura: 2 minuti

PAGELLE NAPOLI JUVENTUS – Si è conclusa la finale di Coppa Italia tra Napoli e Juventus, con la vittoria dei partenopei ai calci di rigore.

BUFFON 7: alla faccia della vecchiaia, le blocca tutte. Per lui anche qualche parata non certo semplici. Il miracolo a tempo scaduto poi, roba da fenomeni veri.

CUADRADO 5.5: in fase di attacco non si fa mai vedere, neppure quando Sarri lo sposta nel tridente. Meglio in fase difensiva, anche se Insigne è un cliente parecchio scomodo. Dal 85′ RAMSEY 6: segna il suo rigore.

DE LIGT 6: continua sulla falsa riga dell’ultima prestazione, dando sicurezza alla squadra.

BONUCCI 5.5: stava per combinarla grossa sul tiro di Insigne, saltato come un principiante più volte. Anche lui si fa desiderare quando si tratta di lanciarla in avanti, in una gara così poteva essere una arma in più.

ALEX SANDRO 6.5: decisamente il migliore della squadra. La fascia sinistra è la più battuta e c’è sempre lui a dettare i tempi da quella parte. Tanta corsa, tanta dedizione, tanti palloni per i compagni: questo è il terzino che tutti vogliono vedere.

PJANIC 5: senza regista è difficile servire gli attaccanti. Anche oggi le speranze di vedere qualche verticalizzazione e qualche impostazione vengono spezzate, per lui solo passaggi indietro o laterali: sa che non è il suo compito, ma continua a giocare così. E così proprio non va. Dal 74′ BERNARDESCHI 5: se doveva portare qualcosa in più nel finale, non ci riesce per niente.

BENTANCUR 5.5: non brilla e non illumina come contro il Milan. Non sfigura nel suo ruolo, di certo ci si aspettava di più.

MATUIDI 6: si fa valere soprattutto sul primo tempo, quando dalle sue parti si fa vedere abbastanza in palla. Cede qualcosa nella ripresa quando i ritmi crollano.

DOUGLAS COSTA 5.5: sa di avere poca benzina nel serbatoio e cerca di usarla tutta senza risparmiarsi. Vorrebbe scattare, vorrebbe devastare la fascia. Se solo gli arrivassero più palloni però… La fascia destra è la meno utilizzata. Dal 65′ DANILO 5: non succede niente dalle sue parti, quindi non deve fare niente di particolarmente importnante. Il rigore è un incubo per gli occhi.

DYBALA 5: quando le uniche occasioni che capitano sono dalla distanza significa che di palloni in area ne arrivano pochi. E per i miracoli il buon Paulo non è ancora attrezzato. E quel rigore sbagliato…

CRISTIANO RONALDO 5: difficilmente può steccare due partite consecutivamente, ma può succedere. E succede. Pochi palloni per lui, mai una volta che vada a cercarselo.

SARRI 5: seconda finale persa della stagione. Altra partita vuota. Altra prestazione deludente. Il rischio di floppare questa stagione aumenta sempre di più.

Napoli: Meret 7; Di Lorenzo 6.5, Maksimovic 7, Koulibaly 6.5, Mario Rui 5 (80’ Hysaj S.V.); Fabian Ruiz 5 (80’ Allan S.V.), Demme 6.5, Zielinski 6 (88’ Elmas S.V.); Callejon 5 (66’ Politano 6.5), Mertens 5.5 (66’ Milik 6), Insigne 6.5. All. Gattuso 7.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.