bianconerinews.eu-juventus-women-esultanza-gol-goal-
(Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)
Tempo di lettura: 2 minuti

PAGELLE OROBICA JUVENTUS WOMEN – Si è conclusa la nona giornata del campionato di Serie A femminile, che vedeva di fronte Orobica e Juventus Women. Il match è terminato con il rotondo risultato di 7-1 per le bianconere. In campo non c’è storia e con il rientro di Bonansea dal primo minuto, la squadra di Guarino aumenta la sua potenza di fuoco. Sette reti, di cui sei messe a segno nel primo tempo, che portano la firma Rosuccia (doppietta), Bonansea, Pedersen, Cernoia, un autogol e la rete di Girelli nel finale.

Le pagelle di Orobica Juventus Women

BACIC 6: Guanti e completino lindi e pinti. La prima “parata” arriva al 73′ ed è un semplice tiro centrale. Sul gol si lascia passare il pallone sotto le braccia, forse per l’inattività per quasi tutta la partita.

SIKORA 6: Parte a destra, ma con l’uscita anticipata di Boattin si sposta sull’out mancino. Tiene bene la posizione, buttandosi anche in attacco quando ne fiuta l’occasione.

PANZERI 6: Giornata tranquilla contro l’attacco bergamasco poco incisivo. Si diletta in qualche lancio lungo per far volare le compagne. Ma proprio per un suo errore in fase di impostazione, arriva il gol dell’Orobica. L’unica sbavatura di un’ottima prestazione.

SEMBRANT 6: Le attaccanti dell’Oribica non attaccano quasi mai, ma quando lo fanno la centrale bianconera mostra tutta la sua esperienza. Dal 70′ Salvai 7: Il suo ingresso in campo è una festa per tutti: dai tifosi alle compagne di squadre. Ritorna sul terreno di gioco e l’infortunio al crociato di quasi 8 mesi fa è ormai un ricordo.

BOATTIN s.v.: Dura solamente 14 minuti la sua partita. Colpita da un problema muscolare, la bianconera è costretta a lasciare il campo anzitempo. Dal 14′ Hyyrynen 6: Buona corsa sulla fascia destra, in coppia con Bonansea forma una corsia difficilmente arginabile.

PEDERSEN 6.5: Arriva come un carroarmato a soffiare palla all’avversaria a centrocampo, si infila al centro ed è freddissima col mancino a battere il portiere. Partita di qualità e quantità.

CARUSO 6.5: Morde le caviglie delle avversarie non lasciandole respirare. Non disdegna gli inserimenti offensivi e va anche a un passo dal gol nella ripresa.

ROSUCCI 7.5: È ovunque. Difesa, centrocampo, attacco, sulle fasce. Chilometri su chilometri per una prestazione perfetta del capitano delle bianconere. Tanto perfetta che la doppietta segnata sembra quasi un di più. Fantastica la girata per il primo gol, fredda poi nell’insaccare un cross al bacio di Bonansea.

CERNOIA 7: La Juventus Women gioca maggiormente sulla fascia di Bonansea, ma quando il pallone arriva a sinistra dal suo piede arrivano sempre cross e giocate pericolose. Come il traversone che porta all’autogol dell’Orobica. Suo il mancino al volo che apre le marcature.

GIRELLI 6: Prova a segnare in tutti i modi, ma quest’oggi la 10 bianconera pecca in lucidità. Ottimo, invece, il lavoro di sponda. Tira e ritira e alla fine il gol arriva, nel finale, con uno splendido stacco di testa su calcio d’angolo.

BONANSEA 7.5: Dopo due spezzoni di partita contro Roma e Fiorentina, ritrova la maglia da titolare dopo l’infortunio. Sulla fascia destra è una delizia. Dribbling, tunnel, giocate di suola, assist per le compagne. Il tutto contornato dalla rete che attesta il suo completo ritorno in campo. Dal 58′ Bragonzi 6: Buono il suo ingresso in campo, prova a rendersi pericolosa in più di un’occasione.

Emanuele Catone

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.