bianconerinews.eu-miralem-pjanic-juventus-
(Photo by Pier Marco Tacca Getty Images)
Tempo di lettura: 2 minuti

PAGELLE VERONA JUVENTUS – Si è concluso l’incontro valevole per la 23° giornata del campionato di Serie A tra Verona e Juventus. A vincere sono i padroni di casa per 2-1.

Pagelle Verona Juventus, i voti

SZCZESNY 6: non molto sicuro sul gol annullato di Kumbulla, incolpevole sui gol subiti, e anche oggi un paio di interventi super.

CUADRADO 5.5: così così in difesa, come ala non combina più di tanto. Difficile tenere Zaccagni e Lazovic, in giornata di grazia.

DE LIGT 6: in una gara decisamente difficile fa tutto quello che deve per far resistere il fortino bianconero.

BONUCCI 5: tutto il buon lavoro svolto per contenere lo scatenato Borini viene vanificato dall’evidente tocco di mano che costa il rigore di Pazzini.

ALEX SANDRO 5: lo scontro con Faraoni lo perde nettamente. Mai in avanti e costantemente in difficoltà con il laterale del Verona, che si conferma uno dei migliori del campionato.

PJANIC 4.5: una partita di assoluto vuoto. Nel secondo tempo si fulmina come una lampadina e non ne azzecca più una. L’assist a Borini lo fa lui. Davvero male oggi.

BENTANCUR 6: il migliore a centrocampo, in una giornata davvero difficile. Pochi gli inserimenti, ma tantissimo lavoro difensivo. Certo che quel tacco a centrocampo poteva anche evitarselo… Dal 82′ DE SCIGLIO S.V

RABIOT 5.5: nel primo tempo sembra un fantasma, un po’ meglio nella ripresa, ma serve di più.

DOUGLAS COSTA 6.5: un vero peccato il suo infortunio, visto che era uno dei pochi a dare vivacità e velocità in avanti. La traversa colpita grida vendetta. Dal 72′ RAMSEY 5: teoricamente entra in campo, ma praticamente non tocca palla.

HIGUAIN 5: viene ancora preferito a Dybala, ma stavolta è un rimpianto. Mai pericoloso, mai nel vivo dell’azione. Dal 59′ DYBALA 6: dopo aver propiziato il gol di Ronaldo sembra destinato ad una grande gara, ma sbatte sul muro veronese senza mai accendersi per davvero.

RONALDO 6.5: è l’unico che combatte davvero in area, è l’unico che ci mette rabbia e grinta nel cercare, come sempre, in ogni modo di metterla dentro. Anche oggi va a segno, ma non basta.

SARRI 5.5: sapeva che sarebbe stata una gara difficile, forse non così. La squadra patisce mezz’ora per poi svegliarsi e giocare con un po’ di grinta. I cambi propiziano il gol di Ronaldo, ma non l’inerzia della gara.

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri 6; Rrahmani 6, Gunter 6.5, Kumbulla 7; Faraoni 7, Veloso 6.5 (58’ Verre 6.5), Amrabat 6.5, Lazovic 6.5 (79’ Dimarco S.V.); Pessina 7, Zaccagni 6.5 (69’ Pazzini 7); Borini 7. Allenatore: Juric 7.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.