PARATICI – Fabio Paratici, Chief Football Officer della Juventus, ha parlato a Sky prima della sfida contro l’Udinese. Queste le sue parole.

Squadra

“Intanto dobbiamo giocare stasera, siamo concentrati su questa gara e su quella di domenica. Cerchiamo di portare a casa il primo obiettivo, poi ci metteremo con l’allenatore per capire dove migliorare questa squadra come facciamo ogni anno. La squadra ha cambiato diversi sistemi di gioco, per molte gare di questo campionato abbiamo giocato con un sistema differente e le mezze ali erano poco propense ad inserirsi, dovevano andare per forza sull’esterno e logicamente perde opportunità di trovare spazi. Poi nelle ultime gare abbiamo cambiato sistema di gioco e stanno creando più opportunità per andare al gol”. 

Douglas Costa

“E’ un giocatore straordinario, a livello europeo/mondiale sia uno dei giocatori più forti e decisivi del calcio. A sprazzi ha continuità, ha avuto qualche problema fisico ma il mister lo ha gestito davvero bene, soprattutto dopo il lockdown, dove c’è un calcio diverso. Il fatto di farlo giocare a gara in corso, o qualche gare da titolare, ci dà la possibilità di averlo sempre e di essere decisivo”. 

Risultati

“Al di là del nono, del sesto, dell’ottavo Scudetto, sono comunque risultati straordinari e lo dico anche quando vedo farlo agli altri tipo il Bayern. La gente che fa sport sa quanta fatica a vincere e quanta fatica si fa a rivincere e quanta fatica si fa a rivincere. E’ un risultato straordinario che capiremo davvero soltanto tra 10 anni o 20 anni, quando riguarderemo l’albo d’oro. Noi siamo abituati, siamo la Juventus, è piacevole avere questa pressione, quando si fa il consuntivo, tutti dicono di aver raggiunto il loro obiettivo ma nessuno dice che il loro obiettivo era lo Scudetto. Se nessuno lo vuole, noi ce lo prendiamo volentieri”. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.