bianconerinews.eu-lamberto-zauli-primavera
(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
Tempo di lettura: 2 minuti

PRIMAVERA JUVENTUS GENOA – I dieci minuti finali sono fatali per la Juventus Primavera, che viene rimontata da un Genoa bravo a non mollare mai e a portare a casa la vittoria per 2-1.

In una spettrale Vinovo priva di spettatori, la Juventus scende in campo con una formazione rivoluzionata rispetto alle ultime uscite, con Barrenechea (al debutto dall’inizio) Rosa e Siano dal primo minuto. I bianconeri attuano un buon possesso palla che tiene il Genoa chiuso nella sua metà campo. I genoani però si rendono pericolosi con la botta da fuori di Da Cunha, straordinaria la smanacciata di Siano che devia alto quel tanto che basta. La Juve alza la testa e va vicino al gol con Tongya, che in scivolata non riesce ad deviare a pochi centimetri dalla porta. Questo è il preludio al gol juventino: Sene se ne va sulla destra, salta secco Raggio e porta sull’1-0 la sua squadra. I bianconeri sfiorano il raddoppio pochi minuti dopo con una azione che porta ai tiri di Barrenechea e Sene, ma la difesa rossoblu riesce ad immolarsi.

Il Genoa entra bene in campo nella ripresa e alza il baricentro, i bianconeri riescono a contenere le avanzate degli avversari senza far correre grossi pericoli alla porta di Siano. Mister Zauli si rende conto che i suoi giocatori iniziano ad accusare stanchezza e prova a dare nuova linfa alla squadra con i cambi, che però non cambiano l’andamento del match, bloccato per larghi tratti e senza grosse occasioni da segnalare. I rossoblu continuano a crederci e ad aumentare la pressione, e trovano i frutti a dieci minuti dalla fine, quando Serpe anticipa Gozzi e mette dentro il pareggio genoano. Sembra finita, ma all’ultimo minuto Buonavoglia elude Gozzi e segna il gol della vittoria genoana, completando così la rimonta. Tanti rimpianti per i bianconeri, che potevano avvicinare l’Inter (2-2 con la Roma) e che invece vedono il terzo posto allontanarsi sempre più.

Dario Lombardi

Primavera Juventus Genoa 1-2, il tabellino

Reti: 34′ Sene (J), 81′ Serpe (G), 92′ Buonavoglia (G)

Juventus (4-3-2-1): Siano; Rosa (68′ Leo), Vlasenko, Gozzi, Anzolin; Ahamada, Barrenechea, Fagioli (65′ Leone); Tongya, Sekulov (84′ Chibozo); Sene (65′ Moreno).
A disposizione: Israel, Garofani, Riccio, Lamanna, Dragusin, De Winter, Miretti, Bonetti.
Allenatore: Zauli.

Genoa (4-3-1-2): Radaelli; Piccardo (77′ Gasco), Raggio, Serpe, Ruggeri (46′ Gonçalves); Eyango, Da Cunha, Masini; Zennaro (77′ Besaggio); Moro, Cleonise (59′ Buonavoglia).
A disposizione: Agostino, Montaldo, Rizzo, Piccardo, Konig, Turchet, Bianchi, Rancati.
Allenatore: Chiappino.

Arbitro: Cudini di Fermo

Ammonizioni: 55′ Moro (G), 72′ Da Cunha (G),

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.