bianconerinews.eu-maurizio-sarri-conferenza-stampa-juve-juventus
Getty Images
Tempo di lettura: 2 minuti

SARRI CONFERENZA STAMPA – Sabato 22 febbraio alle ore 18.00 la Juventus affronterà in trasferta la Spal allo stadio Mazza di Ferrara. Maurizio Sarri, allenatore dei bianconeri, ha parlato durante la consueta conferenza stampa della vigilia. Queste le parole del tecnico.

Chiellini e Buffon

“Giorgio stava piuttosto bene, gli manca l’ultimo passo e può farlo più in partita che in allenamento. C’è la doppia necessità di mettere la miglior formazione e dare modo a Giorgio di recuperare al meglio. Non ho ancora parlato con Filippi, quindi non so se schierare Buffon, dobbiamo valutare nell’allenamento”.

Filosofia di squadra

“Assolutamente zero, la mia filosofia calcistica rimane sempre la stessa, ci sono giocatori individualisti che fanno la differenza e non vanno toccate. Si fa in modo che questi giocatori rimangano forti, cercando di innescare la stessa filosofia di gioco. Se facessi il contrario sarei tacciato di integralismo, giustamente”.

Cuadrado

“Io sono contento di Cuadrado, ha fatto dei miglioramenti enormi come difensore. Per necessità è tornato a fare l’esterno offensivo e nella maniera giusta, siamo molto soddisfatti delle sue prestazioni. Lui è un giocatore forte”.

Khedira

“Khedira è più indietro rispetto a Giorgio, l’intervento è stato fatto dopo. C’è da decidere se portarlo con noi o approfittare di questi giorni per farlo recuperare, ne dovrò parlare con i preparatori”.

Bernardeschi

“Bernardeschi sta piuttosto bene, si allena da tre-quattro giorni col gruppo, è sicuramente in grado di giocare. Purtroppo per mille vicissitudini è stato sballottato da un posto a un altro, gli va dato atto di essersi messo a disposizione per qualsiasi ruolo. Senza Douglas può anche essere schierato come esterno”.

Tour de force

“In questo momento della serie di partite non ce ne importa niente, ci importa solo di Ferrara, e ci arriviamo in crescita”.

Ammonizioni

“Valuteremo solo in merito alla partita di Ferrara, sono tutti calcoli che possono saltare.

Pjanic e Higuain

“Pjanic ha svolto un buon allenamento sostanzioso senza ripercussioni, Higuain ha un po’ di mal di schiena. Sono da vedere”.

Sarrismo

“Queste sono etichette messe dall’esterno, ma che hanno una valenza pari a zero. Nel Milan di Sacchi c’erano un sacco di giocatori individualisti che facevano la differenza”.

Partite decisive

“Pensiamo alla partita di Ferrara, è un periodo importante. Le partite decisive sono quelle a eliminazione diretta. Dobbiamo pensare ad attaccare partita dopo partita, e la testa deve essere solo a Ferrara. Per la Lazio giocare meno partite può essere un vantaggio ma bisogna vedere come ci si arriva a queste partite”.

Spal

“Sotto la gestione Di Biagio hanno fatto solo una partita, è stato stravolto il modulo perché dopo anni di difesa a tre centrali la partita l’hanno giocata a due. La Juve sa che non è un campo semplice, si stanno giocando la salvezza”.

Modulo

“Si adatterà ai giocatori che abbiamo a disposizione, ma non cambia moltissimo. A livello difensivo buttavamo dentro per i centrocampisti, ora giochiamo più sull’esterno grazie a Cuadrado che ci dà più ampiezza”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.