sarri
Getty Images
Tempo di lettura: 2 minuti

SARRI CONFERENZA – Domani pomeriggio la Juventus affronterà l’Atalanta nell’anticipo della 13esima giornata di Serie A. Il tecnico dei bianconeri, Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match. Queste le sue parole.

Chiarimento Ronaldo

“Non ce n’è bisogno, le reazioni alle sostituzioni sono queste in tutte le serie sin dagli anni ’90, dai dilettanti. L’unico problema è che martedì il ragazzo ha detto che non era stato bene nell’ultima gara e per questo abbiamo preparato un programma che gli consentisse di superare l’acciacco. L’obiettivo è diventato la partita di Champions con il Real Madrid, e domani al 99% non sarà a disposizione”.

Atalanta

“L’Atalanta ha un modo di giocare con aggressività e intensità, ma con grandi qualità tecniche, non a caso segna più di tutti. La definizione migliore per loro l’ha fatta Guardiola, dicendo che è come andare dal dentista. È una squadra forte, difficile da affrontare e pericolosa, imporre la partita cercando di nascondere le loro doti sarebbe importantissima ma sarà difficilissimo, dobbiamo provarci”.

Miglior attacco contro miglior difesa

“A Napoli avevamo la seconda difesa del campionato, passammo dai 54 gol subìti ai 31 del mio primo anno. Anche al Chelsea avevamo la terza difesa della Premier, avere la migliore difesa non è una grande novità. Cambiare una mentalità per un singolo avversario credo sia impossibile. Oggi avrò tutta la squadra, ma se riuscissi a cambiare la mentalità farei il chiromante, l’astrologo. Servono mesi per costruire una mentalità, dobbiamo andare avanti per la nostra strada”.

Rientro nazionali

“Ancora non li ho ritrovati neanche tutti. Cuadrado è rientrato ieri, anche un po’ acciaccato. Li ho ritrovati come li ritrovi dalle Nazionali, tutti pieni di piccoli problemi e piccoli acciacchi. Danilo non aveva bisogno di rilanciarsi, perché ha avuto un periodo in cui non giocava perché infortunato, Ramsey aveva giocato non la partita prima, ma quella prima ancora in Champions, quindi cominciavano a stare bene. Problema durante la sosta senza dubbio Alex Sandro, anche se quello che sta venendo fuori è meno grave delle voci che arrivavano dalla Nazionale brasiliano. Abbiamo un problemino con l’adduttore per Rabiot e un colpo alla schiena per Cuadrado. Pjanic per fortuna era negativo agli esami strumentali, è in gruppo, sta abbastanza bene e dovrebbe essere a disposizione”.

Virtual Coach

“Non so neanche cosa sia. Ah sì, lo stiamo utilizzando da cinque anni di nascosto”.

Crescita

“Non sono neanche d’accordo che la crescita sia stata costante, la crescita è frutto di momenti di crescita e di regressione, io non ho mai visto una crescita costante. Vogliamo fare un certo tipo di calcio, ma non possiamo andare contro le caratteristiche di certi giocatori, se ci si piega da una delle due parti viene fuori qualche problema. Questa squadra ha ancora molto da esprimere, ma non solo in base alle mie idee, ma anche in base alle proprie caratteristiche”.

Matuidi

“Ha un po’ di dolore, ma caratterialmente riesce ad andare sopra a questi dolori per le sue caratteristiche, credo sia completamente a disposizione visto che ha fatto partitella e intero allenamento con noi ieri”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.