REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - NOVEMBER 08: Roberto De Zerbi head coach of US Sassuolo looks on during the Serie A match between US Sassuolo and Bologna FC at Mapei Stadium - Città del Tricolore on November 8, 2019 in Reggio nell'Emilia, Italy (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)
Tempo di lettura: 2 minuti

SASSUOLO DE ZERBI – Archiviata la vittoria in Champions League contro l’Atletico Madrid, la Juventus è pronta a tornare in campo in campionato contro il Sassuolo. Queste le parole del tecnico dei neroverdi De Zerbi, rilasciate in conferenza stampa alla vigilia del match.

Juventus-Sassuolo

“Andiamo a giocare una partita da 3 punti, sapendo che l’avversario è un po’ diverso dagli altri. Sono i più forti del campionato, si sono persi anche i conti degli scudetti e delle vittorie, ma noi dobbiamo fare punti perché ci servono”.

Juventus

“La Juve ha tutto, non puoi pensare di togliere qualcosa a loro, altrimenti concedi di più dall’altra parte. Hanno qualità in mezzo, sugli esterni, i due centrali costruiscono con personalità e qualità, hanno gli attaccanti che sfruttano il lavoro collettivo ma si inventano anche da soli la giocata, se vincono lo Scudetto da tanti anni è per questo”.

Modulo

“Può essere come può non essere, abbiamo provato tutto, possiamo giocare in diversi modi. Degli infortunati non rientra nessuno, tranne Traoré che era stato in Coppa d’Africa. Vediamo Consigli che ha un problema muscolare e non si è allenato oggi, se correremo dei rischi non giocherà. Se non ce la fa giocherà uno tra Turati o Russo”.

Boga

“E’ più anarchico come giocatore. Gioca più per conto suo, nell’uno contro uno non ha eguali, deve imparare a giocare con i compagni, deve alternare la profondità alla palla in contro, deve essere più continuo e più lucido in zona gol. Sta migliorando, sta maturando tanto”.

Rogerio

“Bene. Rogerio è rientrato ma ancora non è a disposizione e speriamo che nel minor tempo possibile si possa riprendere a lavorare tutti assieme ma ci stiamo difendendo abbastanza bene da questi problemi. Quando dico che la squadra è forte è supporta”.

Precauzioni contro la Juventus

“Si cerca sempre a livello strategico di prendere delle precauzioni, soprattutto quando trovi questo tipo di campioni. Voi parlate di doppio regista ma bisogna anche aggiungere che giocano tanti palloni anche i terzini, Cuadrado e Alex Sandro ad esempio. Cuadrado ti dà la superiorità numerica, salta l’avversario ed è un vantaggio non indifferente. Devi stare attento a tutto”.

Gioco

“E’ tutto migliorabile. Non abbiamo dato continuità, mi piacerebbe avere su 10 partite la squadra che giochi per 10 volte come contro il Bologna, la Lazio, la SPAL, senza andare incontro a battute d’arresto. Se ci si sofferma sulle battute a vuoto, i motivi sono anche di carattere, di gioventù, perché il giovane non è sempre costante come atteggiamento. Io penso siano già state diverse le volte che abbiamo dimostrato di saper giocare. Avere la voglia giusta di proporre calcio e non subire gol, lo abbiamo dimostrato a Verona, con la Lazio, con la SPAL, col Bologna, con la Sampdoria, questo è il nostro passo che dobbiamo fare”.

Sconfitte Lazio e Parma

“Abbiamo messo un’altra partita positiva. Dispiace perché avremmo meritato qualcosa in più, potevamo essere più smaliziati in qualche episodio, è dura da digerire. Se uno si comporta bene e se si impegna sempre poi i due punti che hai perso a Parma e con la Lazio, poi li vai a riprendere da un’altra parte, a patto che devi farti trovare pronto”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.