bianconerinews-juventus-torino-belotti-bonucci
Getty Images
Tempo di lettura: 2 minuti

TORINO JUVENTUS – Se Allegri fosse ancora l’allenatore della Juventus si potrebbe parlare di una vittoria in pieno stile Max. Non importa quanto bella sia la squadra, l’importante sono i tre punti. E al Grande Torino la Juve trova la vittoria per 1-0, con una gara sofferta e patita per larghi tratti. Decisivo il gol di de Ligt, ma ancora di più il devastante ingresso di Higuain.

Il primo tempo

Che il Torino sentisse il Derby non era in dubbio. Che potesse schiacciare la Juventus, soprattutto in questo periodo no per i granata, forse sì. La squadra di Mazzarri comincia subito ad alti ritmi e costringe la Juve a ripiegare nella propria metà campo, isolando Dybala e Ronaldo dal gioco. De Sciglio non sembra in gran giornata e de Ligt rischia ancora una volta il rigore per un tocco di mano in area. L’arbitro Doveri non concede il penalty. I bianconeri faticano a ingranare e dopo aver sofferto qualche occasione targata Belotti, si fanno vedere dalle parti di Sirigu con un paio di conclusioni di Dybala e Ronaldo. Le occasioni più grosse però arrivano allo scadere. Prima Bonucci di testa e poi de Ligt costringono il portiere granata ad un doppio grande intervento, soprattutto sul tiro dell’olandese dove respinge con la punta delle dita. È una gara viva e piena di emozioni, con una certa predominanza del Toro, ma le porte sono ancora imbattute.

La ripresa

La gara prosegue con uno strano equilibrio. Il Toro manovra più il pallone e fa giocare male la Juventus, ma Szczesny viene chiamato poco in causa. Sirigu, invece, è costretto a salvare la situazione più di una volta e lo 0-0 sembra destinato a non durare. Sarri decide che è il momento di Higuain, e il Pipita ripaga la scelta del suo mister. L’attaccante argentino, entrato al posto di un disinnescato Dybala, sfiora il gol con una girata spettacolare su cui è bravissimo Sirigu a mettere in angolo, poi serve l’assist a de Ligt per portare la Juve in vantaggio. È il primo gol bianconero per l’olandese e non poteva scegliere gara migliore per marcare il suo debutto nel tabellino marcatori. Il Torino non ci sta e tenta subito il pareggio con Ansaldi, che salta la difesa e scarica un tiro a giro col mancino, ottimo Szczesny a respingere di piede. Passano i minuti e Ramsey sfiora la rete con la sua conclusione, ancora una volta è prodigioso Sirigu, decisamente il migliore in campo, a salvare la sua porta. È una Juve che gioca come le lucine di Natale, accendendosi ogni tanto andando vicina al raddoppio ma anche a concedere il pareggio. Il pareggio lo troverebbe anche Bremer, ma c’è il fuorigioco fischiato da Doveri. La costruzione del gioco rimane un problema, ma i tre punti arrivano anche stavolta.

Dario Lombardi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.